.
Annunci online

 
lostonato 
il blog di Giambattista Salis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | politica | società | libri | pensieri | citazioni | vignette | interviste |
 
Diario
1visite.

12 febbraio 2012

Ciao, "the Voice"

Ti ricordo con la canzone che mi piaceva di più. GB

 




permalink | inviato da Lo Stonato il 12/2/2012 alle 13:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

6 febbraio 2012

Oggi è lunedì...

...e ho un sacco di cose da fare come ogni lunedì.

...e se oltre che a commentare usassi il blog anche come agenda? Appuntamenti, scadenze, orari. Magari in codice per quelli lavorativi, personali o del partito. Il che farebbero il 90% di questa "agenda". Per esempio, oggi rimarrebbe solo da scrivere "latte parz. screm." coem ho appena scritto nel foglietto che porterò con me.

Pallido sole, ma bella giornata. Aria frizzante adatta a preparare questa benedetta relazione/convegno che abbiamo in programma per marzo-aprile. Si discuterà di Autonomia e Lavoro. Pane e Libertà è la prima cosa che mi è venuta in mente. "Pane e Libertà" è un bel film sulla vita di Giiuseppe Di Vittorio, fondatore della CGIL. Sarebbe un bel colpo ottico presentarsi così. Lo proporrò alla prossima riunione.

...neve permettendo, ovvio. Qua a Nuoro c'è ancora qualche fiocco, sporadico, ma c'è. Quindi, occhio. Ma non tarderemo a mettere su questa iniziativa politica. Sperando che possa venire il maggior numero di persone.

Allora, per oggi sospendiamo l'idea della agenda. E usiamo questo spazio come bacheca. Ieri ho ripreso ed è già arrivato il primo commento di Gabri che ringrazio. e Saluto Chiara che nel suo sito ha lasciato ancora il mio indirizzo.

Ecco, al fogliettino bisognerà aggiungere un sms di ringraziamento per lei. GB




permalink | inviato da Lo Stonato il 6/2/2012 alle 9:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 febbraio 2012

La cosa migliore.

La cosa migliore dopo che non scrivi da un anno è riprendere a scrivere. Anzi, prima è meglio salutare e scusarsi per la lunga assenza. Poi scrivere; meglio. Riprendere a scrivere. Di tutto un pò. E pazienza se per adesso il blog non sarà curatissimo, lo condirò meglio dopo. La cosa importatnte è sapere che cliccando i tasti per comporre le parole da scrivere, queste escono via tranquille e leggere come le bollicine della Coca Cola. ...occhio alla punteggiatura: è sempre stato il mio tallone d'Achille. ...e dato che ci sono, benvenuto anche a te, piccolo Achille. Buona vita, ragazzo mio; la meriti e te la auguro di cuore. Prenderò come "recinto" per scrivere il rettangolo bianco che si apre quando si entra nel blog. Piano piano riprenderò confidenza con le misure dei caratteri, l'interlinea, lo stile, il formato. I link mi ricordo ancora come si "linkano", anche se spero di imparare a mettere più video. Sono le 23.44 di domenica 5 febbraio 2012. Ho scritto il mio primo post da una postazione internet comune, ora riprendo dal mio PC. Ora posso farlo anche dal mio cellulare; ma son poltrone e ancora non ho letto come si fa. Ero all'Università e ora ho la laurea quando scrivevo nel blog molto assiduamente. Ora sono Dottore in Giurisprudenza e ho un lavoro. Nuovo, dato che il precedente l'ho perso.

Devo andare a capo più spesso, ora che mi viene in mente. Tranne qualche refuso, spero di non cancellare mai i post che scriverò. Qualche volta mi è successo, spero non accada più. Sono quasi arrivato alla fine del "recinto", alla fine del rettangolo e voglio inventarmi qualcosa da mettere giù per chiudere subito il post e vedere come compare con la scritta nuova, con l'anno nuovo che campeggia e sempre con Paperino all'erta e vigile per vedere che succede.

Sono davvero contento di avere ripreso a scrivere e spero davvero di riprendere a farlo ogni giorno. Ciao a tutti! GB




permalink | inviato da Lo Stonato il 5/2/2012 alle 23:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

15 gennaio 2010

...beh, eccezionale: Coccodè. Coltivava marijuana, ma per le galline

A Pergine Valsugana, in provincia di Trento
Coltivava marijuana, ma per le galline
Denunciato un contadino di 82 anni. Il legale: non è un appassionato di droghe, si tratta di una vecchia usanza

TRENTO - Coltivava marijuana nel suo orto, ma era destinata alle galline. Si è difeso così un contadino di 82 anni di Pergine Valsugana (Trento), denunciato e finito sotto processo. La difesa vuole dimostrare che l'anziano non è un appassionato di sostanze stupefacenti e che «coltivava le piante per dare da mangiare alle galline», usando la cannabis sativa (canapa), come si faceva una volta nelle valli trentine, sia come fibra al posto del cotone, sia come antiparassitario biologico, sia come mangime per gli animali da cortile.

DISCIPLINA RIGIDA - Il caso - sottolinea il quotidiano L'Adige che riporta la notizia - è problematico dal punto di vista penale perché vi è una rigida disciplina in materia, che non distingue tra chi coltiva cannabis per usi legati all'assunzione di stupefacenti e chi lo fa per motivi analoghi a quelli del contadino trentino o per scopi scientifici. A denunciare la presenza sospetta della pianta illegale coltivata vicino a insalata e pomodori è stato un vicino, che ha segnalato il caso alla Guardia di Finanza: dopo il sopralluogo il fatto è stato segnalato all'autorità giudiziaria.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. coccodè

permalink | inviato da Lo Stonato il 15/1/2010 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 dicembre 2009

Shopping.

E' sempre un attimo acquisto.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. moleskine

permalink | inviato da lostonato il 12/12/2009 alle 12:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

11 dicembre 2009

Beh... FINALMENTE! RAIDUE: DA LUNEDI' 14 TORNA IL TOPO GIORNALISTA GERONIMO STILTON

RAIDUE: DA LUNEDI' 14 TORNA IL TOPO GIORNALISTA GERONIMO STILTON

(AGI) - Roma, 11 dic. - Visto il successo di ascolti, torna subito in onda da lunedi' 14 dicembre, sempre su Raidue, la serie animata 'Geronimo Stilton'.

I piccoli fan del topo giornalista piu' famoso del mondo potranno seguire le sue divertenti avventure anche durante tutto il periodo natalizio e poi ancora piu' avanti, il lunedi', mercoledi' e venerdi' alle 7,30 circa. La serie, prodotta da Atlantyca Entertainment e MoonScoop Group con la partecipazione di Rai Fiction e M6, ha registrato nel suo primo passaggio in tv uno share di quasi il 10 per cento e un ascolto medio di oltre 530mila spettatori.

Basati sull'omonima collana di libri per bambini pubblicata in Italia da Edizioni Piemme, divenuta in pochi anni un successo mondiale, i 26 episodi da 22 minuti del cartone animato si concentrano sulla vita e le avventure del famosissimo topo a capo dello Stilton Media Group, gruppo mediatico che ha al suo interno una televisione, un giornale (l'Eco del Roditore, il quotidiano piu' famoso dell'Isola dei Topi) e anche un blog.

Tutte storie nuove e non semplici adattamenti, tranne due episodi ("La mummia senza nome" e "Giu' le zampe, faccia di fontina!") che sono liberamente ispirate ai libri. La serie e' realizzata con la tecnica dell'animazione tradizionale prodotta in alta definizione (HD), il target e' quello dai 6 agli 11 anni; regia Guy Vasilovich. (AGI)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. geronimo stilton

permalink | inviato da lostonato il 11/12/2009 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

11 dicembre 2009

Ritornato

Arieccomi, dopo tanto tempo. Sempre fuori per lavoro. O qualcosa che gli somiglia abbastanza. Non si alzano tutte queste palanche, tranquilli e sereni. Ma sempre meglio che stare fermi. Questo piccolo blog -oramai ai box da un annetto- pare piaccia in giro. E qualcuno si è anche preso l'ardire di farmi scrivere davvero. Peggio per lui, meglio per me e spero anche per voi. Da qui l'assenza. Il 2010 porterà molte novità, anche per il blog che assumerà nuova forma, quasi professionale. Ma senza spaventare nessuno. Diciamo che sarà l'ennesimo esperimento. Sperando di non diventare verde fosforescente, ci si risente presto.

GB


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ritornato

permalink | inviato da lostonato il 11/12/2009 alle 10:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

25 agosto 2009

Ci sono ancora...

Non sono sparito. Solo allontanato un attimo. Avevo bisogno di staccare.

Ho passato un periodaccio dopo che ho perso una mia amica su una strada maledetta.
Ho proseguito a leggere e scrivere e a non trovare lavoro.
Ho momentaneamente parcheggiato le prime due perchè ho trovato il terzo, benchè periodico, stagionale, estivo presso un hotel. Che terminerò presto per riprendere le prime due cose, sperando che possano portare al terzo di cui sopra.

Stanchezza, spossatezza, paura dell'abitudine, orizzonte troppo largo e poca concentrazione nel definire una meta da raggiungere. Sempre saputa, sempre voluta, ma con troppe poche risposte positive. Sia ben chiaro che non si molla: rimare valido il progetto della conferenza sulle morti bianche e non solo. Rimane l'impegno (molto sbadigliante) politico. Credo di non essermi perso nulla di importante. Escluse le polemiche pruriginose che fanno tanto "parrucchiera". Pazienza, c'è di peggio. Tipo non passare più sul blog a scrivere quattro righe e dire che ci sei ancora.

Ripartirò. Non so assolutamente quando e come (forse cambierò la piattaforma, ma non è detto) ma mi sono riposato abbastanza. A presto, quindi. Lo Stonato.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensieri personali

permalink | inviato da lostonato il 25/8/2009 alle 14:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

6 aprile 2009

SENZA PAROLE

Abruzzo, Italia, 6 aprile 2009

(Ap)

(Ap)

L'Aquila, la Casa dello studente danneggiata nel terremoto (Ansa)

La disperazione di un uomo anziano tra le macerie di Onna (Ansa)

Una donna ferita (Reuters)

Malati e feriti all'ospedale (Ap)

L'Aquila (Ansa)

(Simeone)

(Simeone)

L'Aquila (Reuters)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. abruzzo terremoto

permalink | inviato da lostonato il 6/4/2009 alle 23:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

27 febbraio 2009

SFOGATOIO

SFOGATOIO


NB:
I COMMENTI DA OGGI VERRANNO CONTROLLATI PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI. VOI DEL CANNOCCHIALE SAPETE COME FUNZIONA.

SARO' IO A CONTROLLARE E POI A DECIDERE. QUINDI QUANDO COMMENTERETE E NON VI APPARIRA' NULLA DI CIO' CHE AVETE SCRITTO, TRANQUILLI: NESSUN DIFETTO DI SISTEMA.

PRIMA DOVRANNO ESSERE LETTI E APPROVATI DA ME. CHI PASSA SPESSO QUI -E CHE RINGRAZIO ANCORA- SA A COSA MI RIFERISCO.

GRAZIE PER LA PAZIENZA, ANCORA UNA VOLTA.


Questa non è assenza, è perdita di ritmo. Incredibile pensare a quando mi sembrava di scocciarvi con tutti i miei passaggi... Ora c'è il lavoro, o meglio i lavori. O meglio, qualcosa che gli assomigliano. E ancora altri colloqui, altri curriculum e la settimana ti vola come niente.



Elezioni sarde, caso Englaro. Intercettazioni, ronde. Stuprri, economia, Obama. Politica.
Nulla, non ho più tempo per nulla, almeno come prima. Ero molto più ordinato quando ero incasinato con esami e tesi.



Ma prima avevo una "mission" come dico quelli bravi. Un traguardo, un obiettivo. Ora è tutto alla giornata. Bisogna essere veloci, rapidi, con poche lacune. Spostarsi, allenarsi a scrivere e parlare in determinati contesti. Essere pronti ai cambiamenti.



Insomma devo stravolgermi. Devo rimodularmi. Roba da rivoluzione antropologica. Guardo poco la Tv e questo è già tanto. Ma ora che ho a che fare con una nuova dimensione personale tutto sembra cambiato di poco, pochissimo. Escluso l'euro e qualcos'altro.



Vedevo una vecchia videocassetta dove registrai "Scarface" di Al Pacino. Alla fine c'era un tg del 1998. Siamo un paese invecchiato, che scopriamo senza struttura economica (anche senza la crisi) che non vuole ringiovanirsi. 



Facile detto da me che mi annoio facilmente di tutto. Urlare. Ecco cosa dovrei fare. Come quando da ragazzino sognavo la rivoluzione e ora cerco qualcosa che ancora non so bene cos’è. “…almeno passo a sfogarmi un po’ e a scrivere quattro righe”. Sì, ho anche pensato così.

Ma che vi dico? Che vi racconto? E’ sempre la solita solfa, la solita storiella in tutte le cose a cui siamo abituati in tutti le forme di comunicazione che ci circondano. Poca partecipazione. Ecco cosa credo sia il brutto. Niente dialogo e confronto. Decisioni rapide e concrete. 



Magari anche giuste, per carità. Ma manca un passaggio: riaffermare il dovere della curiosità, della voglia di scoprire, di confrontarsi. Nulla. Barricadieri fino all’ultimo, contro tutto e tutti. Sarò scemo e/o sognatore, ma io non ragiono così. Mai fatto.



Sarà che per anticonformismo sono sempre stato con chi era visto male, anche peggio. Eppure tentavo di rimanere sempre autonomo nel pensiero. Ci riesco ancora oggi, eccome. Ma è molto più faticoso. Tra un mese saranno 31 anni, mica si scherza.



Scusate lo sfogo, se di sfogo si tratta. ma ci voleva. Mi date un’altra possibilità? Mi tenete ancora nei vostri link? Io darò una seconda riordinata al blog, sperando che così possa riavere quella spinta a riscrivere. E soprattutto chi ha un po’ di tempo a disposizione, mi avvisi. Pago bene.

Un abbraccione e a presto, Lo Stonato


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sfogatoio

permalink | inviato da lostonato il 27/2/2009 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

9 febbraio 2009

Ciao Eluana



Guardaci (e sopportaci tutti) da lassù,
nuovo angelo.

Ciao Eluana.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ciao eluana

permalink | inviato da lostonato il 9/2/2009 alle 20:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

11 gennaio 2009

Ritorno, Auguri e a presto.

Ritorno, Auguri e a presto.

Ritorno abbastanza tardi qua nel blog. Non perchè non abbia niente da scrivere; anzi: la prima cosa che devo fare è renderVi e farVi gli auguri di buon anno. E anche di buone feste: fatte e ancora da fare per tutto il 2009.
L'assenza. La ricerca di lavoro dopo la laurea. Arrivo a stampare una decina di curriculum al giorno, che sparpaglio qua e là. Sono avvenuti i primi contatti: tutti interessanti e che spero possano aprire prospettive di lavoro.
Il mio veloce parere sulla crisi, dunque, tanto per dirVi che cosa ho capito io. La crisi c'è, eccome. Quella finanziaria, che si trascina su quella economica. Però, però, però.

Il mercato del lavoro in Italia funziona così: frequesti scuole che ti danno una preparazione generalista, fondamentali nelle sue basi, ma assolutamente inutile nella eventuale scelta del percorso univeristario. Figuratevi nella ricerca di un lavoro.

Stesso discorso per l'Università; si sceglie il percorso di studi che possa unire le proprie passioni alle richeste del mercato. Qualche volta si eccede in un primo senso o nel secondo. Col risultato che alla fine si creano comunque 30enni frustrati.
Hai sto benedetto pezzo di carta in mano e ai primi colloqui ti chiedono "Lei che cosa sa fare?".

Ma che Vi aspettate che vi chiedano il voto? O i soloni cattedratici che Vi hanno interrogato? Si richiede esperienza, possibilmente aggiornata e applicabile alla figura che il Vostro interlocutore richiede. Ci vuole pazienza, attenzione, fiuto e qualche caffè. Ma mai senza esagerare. Chi può inizi a lavorare ora. Unisca studio e lavoro. Faccia qualche sacirificio. Rinunci a qualcosa. A me ancora non so come andrà, ma è bene iniziare così. Lo Stato arriva fino ad un certo punto, poi non oltre.
Le leggi sul lavoro non produrranno un solo occupato in più.
Le leggi sul lavoro non produrranno un solo disoccupato in più.
Visitate accuratamente i Centri Servizi per il Lavoro della Vostra Provincia. Pronotate un colloquio con un responsabile e fateVi dare la Vostra "anagrafe lavorativa". E tanti, tanti, tanti, tanti consigli.

Per fortuna che Lo Stonato Vostro (sempre meno data le assenze continue, ma appena posso Vi saluto tutti) ha qualche cosa in cascina da poter mettere nero su bianco.

La ricerca prosegue. Sempre in cravatta, barba fatta, capelli corti, niente sigaretta prima di entrare ad un colloquio. Devo dimunuire il pane e la pasta che mi appesantiscono. E stare attento all'uso del computer e del cellulare.
Un buon "organizer" (o come si chiamano) sarebbe quello che ci vorrebbe. Adesso. Ma solo adesso però. Perchè poi non so a quanto servirà.
Forse servirà un biglietto d'aereo.
Ma questa opzione per ora la lasciamo da parte.
Un abbraccione, Lo Stonato


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ritorno Auguri e a presto

permalink | inviato da lostonato il 11/1/2009 alle 22:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa

8 dicembre 2008

"CHINESE DEMOCRACY" - IL RITORNO DEI GUNS N' ROSES

Guns N' Roses - Chinese Democracy















"CHINESE DEMOCRACY"
IL RITORNO DEI GUNS N' ROSES


Possiamo girarci attorno. Possiamo far finta di nulla, chiudere gli occhi e fingere che non stia accadendo alcunché.
Possiamo credere che, quello che sta avvenendo nel mondo della musica in questi giorni sia qualcosa di assolutamente marginale e senza importanza.

Tuttavia, è opportuno cercare di dare riscontro ad una precisa domanda, con onesta sincerità.
Qual è l’album che, più di tutti, negli ultimi quindici anni è stato atteso, chiacchierato, annunciato, rimandato e mitizzato in ambito rock, ma non solo? Qual è il disco di cui tutti conoscevano il nome ed alcuni stralci, ma che sembrava destinato a divenire affare mitologico e fantasioso, al pari dello Yeti, del mostro di Lochness e dell’area 51?

La risposta l’avete trovata da soli e se non l’avete trovata, beh, leggete il titolo di questa recensione…
Già, perché come riportato qualche giorno fa da un importante quotidiano nazionale, la cosa è grossa.

Miracolo, tornano i Guns n’Roses, era il titolo.
Roba da far tremare le gambe, da sconvolgere le charts di tutto il globo ma soprattutto, da annegare di moneta sonante il buon Axl Rose, unico membro rimasto della formazione che fu (insieme al tastierista Dizzy Reed), vero artefice e burattinaio di questo gigantesco carrozzone mediatico.

Continua...

24 novembre 2008

Appello contro la violenza alle donne su www.donnamoderna.com

( Per chi mi ha scocciato nei precedenti post:
ohibò. Non ho ricevuto nessuna visita.
Presa d'atto? Relax?
Un nuovo hobby, magari... )



Tornando alle cose serie:

Ricevo via mail e pubblico:



Appello contro la violenza alle donne


Il 25 novembre è un giorno speciale. Triste ma speciale. È la giornata internazionale contro la violenza alle donne: non facciamo che sia un appuntamento retorico.

Aderisci all'appello su http://www.donnamoderna.com/
cliccando sul link apposito.




Ecco l'appello:

Il 25 novembre è un giorno speciale. Triste ma speciale. È la giornata internazionale contro la violenza alle donne: non facciamo che sia un appuntamento retorico. È il momento di voltare pagina, di cancellare la vergogna di mogli, fidanzate, ragazze picchiate, umiliate, annullate nella loro dignità.


Parta da qui, da questo giorno, una grande battaglia di civiltà.
Non è possibile che in un Paese come il nostro
sette milioni di donne, come ci ha rivelato un drammatico studio dell’Istat, abbiano subito violenza fisica o sessuale almeno una volta nella vita.
Non è possibile che
2 milioni siano state vittime di violenza domestica, che cento di loro ogni anno vengano ammazzate dal marito o dal convivente, come ultimo atto di un’escalation di prepotenza e aggressività.


Non è possibile che ben il 93 per cento delle vittime preferisca tacere il sopruso subito, per paura e mancanza d’aiuto.
Non è possibile che tutto questo avvenga nell’indifferenza collettiva.


Chiediamo che:

1) in tutte le città con più di 20 mila abitanti ci sia un centro antiviolenza a cui rivolgersi e case protette per sottrarsi ai persecutori, mariti o sconosciuti che siano. Oggi i centri sono solo 100 e le case protette 40. Non avere un riparo, un sostegno psicologico e legale, vuol dire per molte finire sulle pagine di cronaca nera. Uccise a calci e pugni.

2) le donne che abbandonano la casa coniugale per sottrarsi al proprio aguzzino, con o senza figli, siano aiutate a reinserirsi nella società, con sostegni economici e l’avvio al lavoro. Chi fugge dalla violenza, deve ricostruire la propria vita da zero.

3) venga approvato subito il
piano nazionale antiviolenza, tante volte raccomandato dall’Unione europea. Un piano che coordini le forze dell’ordine, i servizi sociali, medici e infermieri dei Pronto soccorsi, che insegni loro a riconoscere i segni della violenza sui corpi di chi ha paura di denunciare: le donne non vanno lasciate sole soprattutto quando sono terrorizzate e deboli.

4) i servizi sociali intervengano immediatamente quando viene sporta una
denuncia o fatta una segnalazione: non deve accadere più che un uomo molesti e perseguiti la sua vittima, senza che nessuno glielo impedisca.

5) lo
stalking diventi reato, il persecutore sia messo immediatamente in condizione di non nuocere. Il Parlamento deve approvare d’urgenza il disegno di legge del Governo contro i molestatori, ora all’esame della Commissione Giustizia della Camera.

6) si pubblicizzi in ogni forma e modo, in televisione, al cinema,sui giornali, con affissioni,
il numero verde nazionale anti-violenza, 1522, che mette la donna in contatto con i centri dove può trovare aiuto. Dall’8 marzo 2006 al 27 dicembre 2007, il numero verde, ha già raccolto 22 mila richieste.

7) le scuole adottino, a partire dai banchi delle elementari, un’educazione sessuale che insegni ai ragazzi il rispetto dell’altro, la bellezza dell’amore quando
non è sopraffazione.

8) i Comuni realizzino subito quei
provvedimenti concreti (parcheggi protetti, vagoni dei treni e delle metropolitane riservati alle donne, illuminazione delle zone a rischio, taxi rosa etc) che consentano alle donne di uscire senza essere violentate o brutalizzate.

Non lasciamo passare questo giorno come tanti altri. Per una volta alziamo davvero la voce, e chiediamo al Governo, al Parlamento, ai Comuni gesti concreti contro la violenza di genere, per la civiltà. Vi invitiamo a sottoscrivere questo documento, che verrà consegnato al ministro delle Pari Opportunità.




A seguire, nell'apposito spazio, potrete lasciare un commento.
Grazie a tutti quelli che vorrano aderire.


LO STONATO

19 novembre 2008

La chiudiamo qua

A chi lascia quei commenti nei miei post, ovviamente cancellati,

anche perchè uno si riferiva a mio padre che non è più in vita:

sono ad un livello molto signorile per pensare solo di sprecare tempo nel rispondere.

Amici e concittadini, comunque, dopo un pò mi avrebbero detto personalmente di questa goliardata.

La chiudiamo qua.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. la chiudiamo qua

permalink | inviato da lostonato il 19/11/2008 alle 23:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa

6 novembre 2008

LAUREA

LAUREA

Venerdì pomeriggio LO STONATO si laurea.

Alla fine ci siamo riusciti, nonostante i vari inciampi in questi anni universitari.

E, ne sono sicurissimo, che ovunque sia, lassù, mio padre sarà felicissimo di questo piccolo grande traguardo.

E con voi, amici blogger, che tanto mi avete aspettato e pazientato, ora sì, che ci si potrà rileggersi spesso.

Vi abbraccio tutti, Giambattista


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. laurea

permalink | inviato da lostonato il 6/11/2008 alle 22:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

25 ottobre 2008

IL BLOG NON E' CHIUSO!

IL BLOG NON E' CHIUSO!

Ma come potete ben capire, in questo periodo è stato sospeso. E pare che la Scrittura si stia per compiere... Niente paragoni esagerati per carità, è l'emozione che sale. E insieme a quella  anche tutti gli adempimenti che sono quasi ultimati. Parlo di quelli burocratici. Tutti gli altri, quelli "post", neanche a parlarne. Almeno questa settimana.

Gli argomenti aumentano, e insieme a quelli già scritti nel precedente post, credo una discussione sulla riforma Gelmini ci vuole eccome. Sperando di metterci anche qualche cosa di "politico" oltre che di fredo calcolo, come si sente in questi giorni.

Il titolo è emblematico circa il fatto se dopo questo periodo riprenderò o meno a scrivere sul blog e se passerò da tutti voi come promesso. Semplicemente ci voleva una auto-imposizione: concentrarsi solo sul lavoro della tesi.

Anche perchè cambiarla e farne una seconda, da capo, non è semplice.
Ecco quindi spiegato il nervosismo di questa primavera e la concentrazione totale e totalizzante da qualche tempo a questa parte.

Un salutone, carissimi amici e visitatori tutti; vi aggiorno presto e grazie ancora per la costanza nel passaggio, nelle presenze e nei commenti; a cui ricambierò immediatamente.

A presto, LO STONATO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. il blog non e' chiuso

permalink | inviato da lostonato il 25/10/2008 alle 11:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

7 ottobre 2008

STRIZZA

STRIZZA

Sì, lo so bene che non si fa così e vi chiedo scusa per l'assenza.
Però... parliamoci chiaro; anzi: DIGIAMOLO... anzi: DIGETEVELO...

...ragazzi, quasi ci siamo. Incrociando le dita e facendo tutti gli scongiuri del caso, ovvio. E insieme a me. Scusate se uso anche il "quasi", ma la scaramanzia non è mai abbastanza in questi casi.
Strizza; in generale, ecco.

Certo, certo: ci sono da sistemare le note e limare tutto per bene. Poi ci sarà tutta la burocrazia presso la Segreteria Studenti. E tante altre cosettina da preparare, qua e là.

Sentite, per ora lo dico solo a voi, va bene? Appena sarà tutto definitivo ritornerò qua, a scocciarvi come sempre. Anche prima: ci sarà solo da preparare la scaletta per il giorno della discussione. Si tratta di sapere quando: sicuramente dopo le festività del 1°e del 2 novembre.

In scaletta, ma per il blog:
1) le polemiche sul fascismo
2) Alitalia
3) elezioni americane
4) il rutilante mondo dell'informazione italiana
5) varie ed eventuali

Il tutto, certamente, sperando che il diavolo non ci metta la coda in zona Cesarini. In tal caso mi camufferò a vita dalla vergogna. Inizierò dai capelli; me li farò come quelli di Santoro: color Santanchè.

A presto, LO STONATO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tesi

permalink | inviato da lostonato il 7/10/2008 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa

30 agosto 2008

Tesi.

Tesi.

Tesi, tesi, tesi. Tesi. Tesi, tesi: tesi.

...tesi? tesi.

Tesiiii??? Tesiii!!!

Tesi, tesi, tesi, tesi, tesi, tesi, tesi.
Tesi. Tesi. tesi.
Tesi, tesi tesi; tesi.

Tesi, tesi: tesi; tesi.
Tesi, tesi. Tesi, tesi. tesi.
Tesi. tesi: tesi.

Ma settima prossima rientro. Abbraccio, ringrazio e saluto tutti voi, amici blogger, che mi aspettate con pazienza e passate a salutarmi.

A presto!!! Giamba


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tesi

permalink | inviato da lostonato il 30/8/2008 alle 0:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa

24 luglio 2008

PAOLO VIVE!

PAOLO VIVE!

La paura è normale che ci sia
in ogni uomo. L'importante è
che sia accompagnata dal
coraggio.

Paolo Borsellino


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PAOLO VIVE!

permalink | inviato da lostonato il 24/7/2008 alle 15:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

17 luglio 2008

Grazie perchè...

Grazie perchè...


Grazie perchè:
ci siete e mi sopportate, mi leggete, mi rispondete, mi osservate (con pazienza infinita), mi aspettate (con pazienza infinita bis), mi volete bene, mi guardate con curiosità, mi cliccate.

Grazie perchè:
ci siete e vi leggo, imparo da voi, accumulo conoscenze e voglia di viaggiare e imparare, scopro le virtuosità del web che ci fa da spazio comune, conosco e so di posti nuovi e diversi, di mentalità distinte e distante, di opinioni variegate, di culture nuove, portate nuovi esempi.

Grazie perchè:
siete di sprono al confronto e alla Politica (esatto, proprio quella, scritta in maiuscolo), siete un serbatoio inesauribile di idee, siete di ispirazione continua il cui ricasco tento sempre di portare nella vita quotidiana e nell'animo, siete la lampadina che si accende quando è buio.

Grazie perchè:
Lo Stonato senza di voi sarebbe ben poco, sarebbe rimasto nelle nuvole e solo ogni tanto sarebbe calato in terra per vedere se ha piovuto oppure no, avrebbe avuto poca voglia di credere e sperare in ciò che spera e crede ancora, non avrebbe scacciato qualche pensiero nebbioso e tumultuoso che ogni tanto offusca l'orizzonte e non avrebbe pensato, scritto e detto tutto ciò che ha pensato, scritto e detto fino ad ora. E che penserà, scriverà e dirà da oggi in poi.

Coltivando il dubbio, tentando di essere sempre il più Stonato possibile e provando a far sorridere e riflettere, divertirsi e commuoversi, amare e immalinconirsi.
E pensare che domani sarà sempre meglio.

LO STONATO





Regolamento:

Brillante weblog è un premio assegnato ai siti ed ai blog che
risaltano per la loro brillantezza sia per quanto riguarda i temi,
che per il design. Lo scopo è quello di promuovere tutti nella
blogosfera mondiale!!!!!
1.Al ricevimento del premio, bisogna
scrivere un post mostrando il premio e citare il nome di chi ti ha
premiato mostrando il link del suo blog.
2.Scegli un minimo di 7
blog che credi siano brillanti nei loro temi o nel loro design.
Esibisci il loro nome e il loro link ed avvisali che hanno ottenuto il
Premio “Brillante Weblog".


Lo Stonato ha ricevuto questo premio da:

Julia, A Destra, Lupo Abruzzese e Clem.

Ringrazio e sopratutto ricambio, invitandovi quindi a visitare i

quattro blog premianti qui sopra:


http://iojulia.ilcannocchiale.it/


http://adestra.ilcannocchiale.it/


http://www.lupoabruzzese.ilcannocchiale.it/


http://clem.blogattivo.com/


...ne mancano tre e abbiamo chiuso il cerchio, penserete voi.

Ma manco per niente. Non ci penso neanche.

...e che Stonato sarei, scusate un pò?!

Orsù, quindi! E di corsa a visitare, oltre a loro, anche i miei

premiati:

Letizia, Lucilla, Stefania, Mokella, Fiore, Aetius, Little Moon,

Pollon, Umberto, Roberto, Giorgio, Francesco, Enzo, Faber,

Matteo, L.P.I., Esperimento, Mario, Mina, Daniele, Calimero,

Marco, Poetessa e loro, cioè noi, quindi anch'io.


Perchè? Per tutto quello appena scritto sopra.

E anche perchè sì.


Giambattista Salis


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. grazie perchè...

permalink | inviato da lostonato il 17/7/2008 alle 15:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa

23 maggio 2008

...ci mancate, sapete?

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ...ci mancate sapete

permalink | inviato da lostonato il 23/5/2008 alle 19:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

3 marzo 2008

Buon lavoro. Per chi può.

BUON LAVORO.
PER CHI PUO'.




Speravo di non dover più fare post del genere. Invece vengo avvisato che non era possibile.
No. Il lavoro chiamava. E sempre nella sua forma più tragica. Quello dell'urlo straziante delle famiglie che non vedranno più rientrare a casa i propri cari. Dal lavoro, non da una guerra. Ma pare che oramai non si possa più fare a meno di questi bollettini. Come intervenire? Chi interviene? Basterà tutto ciò? Dopo la Tyssen che si era detto?
Ho stressato la maggior parte di voi promettendovi un convegno nella mia università. E
qualche giorno fa vi ho detto che avrei tenuto la promessa, contando anche sull' Università. Il lavoro è duro, contando la fine degli studi, la politica, l'informazione. Ma la domanda ora è: ancora una volta?

LO STONATO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. buon lavoro. per chi può.

permalink | inviato da lostonato il 3/3/2008 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa

24 gennaio 2008

IL SENATO NEGA LA FIDUCIA A PRODI

 


GOVERNO; SENATO NEGA FIDUCIA A PRODI: 161 NO, 156 SI'

20:44 - POLITICA- 24 GEN 2008

Scalera si astiene. Andreotti non vota
Roma, 24 gen. (Apcom) - Il governo di Romano Prodi non ottiene la fiducia del Senato: i sì sono stati soltanto 156 mentre i no 161. C'è stata inoltre un'astensione, quella del senatore di Ld Roberto Scalera. Contro il governo hanno votato, oltre agli esponenti del centrodestra, anche: Mastella, Barbato, Fisichella, Turigliatto e Dini. Non ha invece partecipato al voto il senatore a vita Giulio Andreotti, mentre gli altri cinque senatori a vita presenti in Aula hanno dato il loro sostegno al governo. 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. il senato nega la fiducia a prodi

permalink | inviato da lostonato il 24/1/2008 alle 20:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa

28 novembre 2007

La coca è roba vecchia. Gli italiani ora si fanno di “Shaboo” e “Special K”. tratto da Panorama.it

La coca è roba vecchia. Gli italiani ora si fanno di
Shaboo” e “Special K”.


Cristina Bassi tratto da Panorama.it di mercoledì 28 Novembre 2007 


In Europa il consumo di cocaina è in forte crescita, lo dice il
rapporto Onu 2007 sugli stupefacenti.
In Italia c’è un uso “gigantesco” di polvere bianca, lo dice il
ministro Amato.
Lo dicono la
Ue, che ci mette al terzo posto nella classifica dei consumatori, e i sequestri fatti negli aeroporti: solo a Malpensa nel mese di novembre oltre un quintale. 
Clicca per l'immagine full size
Shaboo. Un kit per l'assunzione dello Shaboo, la nuova droga che dalle Filippine si sta diffondendo nel mercato italiano degli stupefacenti

I prezzi di mercato, mantenuti relativamente
bassi da trafficanti e spacciatori, hanno fatto tornare in voga quest’anno anche l’eroina, mentre l’assunzione di cannabis ed ecstasy rimane stabile.

Ma gli italiani cercano nuovi sballi e li trovano in sostanze provenienti da canali vecchi, l’Olanda, e inediti, le Filippine. Quello che conta è che basti una dose minuscola per avere effetti devastanti.
Clicca per l'immagine full size
Shaboo. Un sacchetto di cristalli di Shaboo, la droga che dalle Filippine sta invadendo l'Italia

Lo “Shaboo”, o “Ice”, è una sostanza sintetica, il nome scientifico è cloridrato di metanfetamina.
Ha l’aspetto di piccoli cristalli bianchi e provoca eccitazione, allucinazioni, istinti suicidi e omicidi.
Finora era considerata una “droga etnica”, cioè esclusiva della comunità filippina, ma comincia a essere richiesta anche dagli italiani.

È emerso da un’operazione dei carabinieri del Nucleo operativo e degli agenti della Squadra mobile di Milano, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia, che ha portato ieri al sequestro di 4,5 chili di droga e all’arresto, tra Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Lazio, di 61 trafficanti e spacciatori. Sono per la maggior parte filippini, una quindicina sono donne, tutti regolari e ben integrati nel nostro Paese. 
Clicca per l'immagine full sizeControlli antidroga della Guardia di finanza al nastro bagagli dell'aeroporto di Malpensa

Ma tra gli arrestati ci sono anche due italiani e dalle indagini risulta che italiani erano anche molti consumatori, tanto che le spedizioni dalla Filippine ultimamente si erano intensificate.

“Questo pericoloso stupefacente”, spiega il pm Ester Nocera, “è 8-9 volte più potente della cocaina e costa circa 400 euro al grammo. Da un grammo si ricavano però fino a 40 dosi, che costano 50 euro ciascuna e che possono essere fumate con le water pipe (pipe d’acqua, simili a quelle usate per il crack, ndr) anche da quattro persone”.

Il consumo è fatto soprattutto in casa, bastano due inalazioni di Ice per “sballare” e basta un’assunzione per diventare dipendenti. 

Cristalli di Shaboo

“Abbiamo visto persone, magari collaboratori domestici di famiglie del centro, portare allo spacciatore la borsa della spesa piena come compenso”, dice un investigatore. Sotto l’effetto dello Shaboo c’è chi sviluppa forti paranoie o fobie, chi crede di poter volare, chi vaneggia di omicidi o violenze, chi riesce a non dormire per tre giorni di seguito.

La droga più diffusa nei rave party è invece la Ketamina, detta anche “Special K”, “Cat Valium” o semplicemente “K”, ma conosciuta per lo più come “droga dei cavalli”.

Pochi giorni fa la Guardia di finanza e la Dogana di Malpensa hanno bloccato un 24enne di Torino che rientrava dall’Olanda con due bottiglie di plastica piene di questo potente allucinogeno liquido. 

Nata come anestetico e usata poi come tranquillante per i cavalli, la Ketamina da un paio d’anni è diventata una delle sostanze più usate nelle discoteche italiane.
Questo stupefacente è particolarmente in voga nei rave, perché ha effetti psichedelici, cioè provoca la dissociazione tra corpo e mente. Chi ne ha fatto uso descrive percezioni distorte dell’ambiente esterno e sensazioni estreme, come quella di volare o quella di un distaccamento sensoriale simile alla morte.
Questi trip procurati con lo Special K si chiamano in gergo “K-hole”.


La Ketamina non ha odore nè sapore e dà amnesia. Per questo a volte viene fatta bere a donne ignare che vengono poi violentate. È molto usata anche da chi prende cocaina ma non se la può sempre permettere. Le droghe sintetiche infatti a parità di costi danno effetti più prolungati. Con 40 euro si può comprare un grammo di Special K, che garantisce uno sballo di 24 ore. Si può iniettare oppure far evaporare, per ottenere una polvere che viene inalata o compressa per farne delle pillole.

22 novembre 2007

...perchè oggi lo STONATO è davvero felice. Davvero.

...perchè oggi lo STONATO è davvero felice.
Davvero.



21 novembre 2007

Signorina...

SIGNORINA...

Ho detto la mia su "SuperSilvio" su quanto successo in questi giorni.
E, pare, sia interessato anche lo stesso Berlusconi.
Che mi sta preparando la risposta.
Attendo fiducioso, Cavaliere...

Cordialmente, LO STONATO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Signorina...

permalink | inviato da lostonato il 21/11/2007 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

14 novembre 2007

GABRIELE SANDRI

CIAO GABRIELE

Anche LO STONATO sa cosa è una curva ultras. Diversi i colori tra noi, ma ora, il dolore è lo stesso. Anche se non ti ho mai conosciuto, ti saluto lo stesso.

Così, amico Gabriele.





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gabriele sandri

permalink | inviato da lostonato il 14/11/2007 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

13 novembre 2007

La jihad elettronica è multilivello tratto da: ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-11-2007 di Natalia Angelini

La jihad elettronica è multilivello

I seguaci di bin Laden annunciano l'inizio della guerra santa telematica e diffondono i tool per creare malware, con premi per chi porta altri militanti.

tratto da: ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-11-2007
di Natalia Angelini

terrorista

Chi è il vero terrorista? (foto di Andrey Kiselev)

Gli attivisti della cella terroristica Al Qaeda hanno annunciato per domenica 11 novembre l'inizio della Electronic-Jihad contro gli "infedeli", in particolare contro gli Stati Uniti d'America, Europa, Israele e i paesi sciiti.

Per quel giorno era stato annunciato un attacco contro 15 siti web importanti già prescelti, tra cui anche un sito di Intelligence americana. Successivamente, centinaia di migliaia di pirati informatici attaccheranno un grande numero di imprecisati siti web anti-musulmani.

La data è passata e non si segnalano particolari attacchi. Forse qualcosa è andato storto, o forse è tutto solo rimandato.

Un portavoce di Al Qaeda ha annunciato che l'organizzazione dispone di un network di posta elettronica impenetrabile. Secondo questa dichiarazione, grazie a questa rete i terroristi otterrebbero la collaborazione di tutti gli esperti informatici che vorrebbero prendere parte alla "guerra elettronica". Su alcuni siti web islamici sono già pubblicate le dettagliatissime istruzioni per gli aspiranti hacker.

I seguaci di Al Qaeda sottolineano che l'attacco sarà solamente una risposta ai servizi di Intelligence occidentali, che trovano e bloccano le internet-risorse appartenenti all'organizzazione terroristica.

Gli esperti di sicurezza hanno trovato in rete un programma che effettivamente potrebbe essere usato per l'organizzazione degli attacchi mirati. Il pericolo di questa applicazione, denominata Electronic Jihad 3.0, sta proprio nel fatto che è di semplicissimo utilizzo, adatto anche per i non professionisti.

Una volta installato, il programma si connette a un apposito sito web che coordina gli attacchi. Inoltre gli utilizzatori più fedeli che riescono a portare altri partecipanti guadagnerebbero anche dei punti bonus, come se fosse una catena di multilevel marketing.

Gli esperti di sicurezza informatica però sono scettici. "E' solamente un strumento creato da dilettanti. La rete è piena di aspiranti cyber-terroristi che defacciano i siti web e organizzano attacchi di tipo distributed denial of service per motivi politici".

13 novembre 2007

Mar Nero, è disastro ambientale tratto da "Panorama.it" Costanza Alvaro Martedì 13 Novembre 2007

Mar Nero, è disastro ambientale
tratto da "Panorama.it"


Costanza Alvaro
Martedì 13 Novembre 2007



Il mare d’Azov è malato da tempo e rischia di diventare come il Mar Morto: è l’allarme lanciato in Russia da alcuni ambientalisti all’indomani della tempesta che nel Mar Nero, collegato al Mar d’Azov dallo stretto di Kerch, ha affondato cinque navi, tra cui una petroliera che ha perso oltre 1000 tonnellate di nafta, ed altre tre imbarcazioni con un carico complessivo di circa sei mila tonnellate di zolfo. Nella furia della bufera sono finite in acqua tra le 1300 e le 2mila tonnellate di gasolio dalla petroliera russa Volganeft 139, che si è spezzata in due, migliaia di tonnellate di zolfo trasportate dai mercantili russi Nakhitchev, Volgonorsk e Kovel, schiantatisi l’uno contro l’altro, e ancora tonnellate di materiali ferrosi. Pesante il primo bilancio della sciagura: tre morti, una ventina di dispersi, oltre 30 mila uccelli già morti ed altrettanti contaminati. Con la minaccia di una vera e propria catastrofe ambientale tra il mar d’Azov e il Mar Nero.
Si è iniziato a raccogliere il petrolio versato, ma il forte vento e la tempesta persistenti rendono difficile ogni intervento. Per le autorità russe l’entità del
disastro non è ancora stata quantificata con esattezza, ma la costa russa sarebbe stata invasa dal petrolio già per 12 chilometri. Sarebbero almeno 30mila gli uccelli morti. Questo è quanto riferisce il Wwf, il cui responsabile russo per il Programma petrolio e gas Alexey Knizhnikov spiega: “L’incidente è una conseguenza naturale quando navi costruite per i fiumi vengono fatte navigare in mare. Le navi da mare, infatti, non possono entrare nei fiumi Don e Volga a causa della scarsa portata d’acqua, e nello stretto di Kerch trasferiscono i loro carichi su navi da fiume. Queste ultime, però, non sono in grado di sostenere la forza delle tempeste marine”. E Oleg Tsaruk, responsabile del WWF Russia/Caucaso, aggiunge che “per minimizzare le conseguenze della fuoriuscita di petrolio nel mare è importante istituire un comitato permanente Russa-Ucraina che coordini i servizi d’emergenza dei due paesi, non solo per ripulire le dispersioni di petrolio, ma soprattutto per prevenire potenziali incidenti. Tutti erano stati avvertiti del sopraggiungere di una tempesta entro l’11 novembre, ma nessuno ha dato l’ordine di portare in posti sicuri le navi con carichi velenosi.”

Disastri ecologici a San Francisco e nel Mar Nero: GUARDA LA GALLERY

GUARDA IL VIDEO SERVIZIO


sfoglia
gennaio